1. Il Tema

Sono passati quasi quindici anni da quando, anche in Sanità, si è iniziato a riporre l’attenzione sul fattore Risorse Umane dopo un’aziendalizzazione, talvolta selvaggia, che aveva posto in stereotipati “economicismi” il focus principale e lo scopo delle aziende sanitarie. Questo movimento di rinnovamento culturale si è andato sempre più allargando ed oggi raccoglie quasi unanimi consensi dalle varie associazioni, società scientifiche, istituzioni. Riporre l’uomo al centro delle nostre organizzazioni, valorizzare relazioni e professionalità, potenziare il lavorare insieme, organizzare diversamente i flussi di lavoro per creare maggior coinvolgimento dei professionisti che stanno vicino al malato (in corsia o sul territorio): sono solo alcuni dei temi che questo Neoumanesimo vuole affrontare. In questi ultimi anni, però, la situazione lavorativa di chi opera in Sanità è andata deteriorandosi e giustamente viene da porsi la domanda se tanti convegni, progetti, sforzi siano effettivamente serviti a qualcosa.

È su questo terreno che si declineranno i lavori di questo convegno.

  • Vale la pena credere ancora nel Neoumanesimo in Sanità ?
  • Ci vuole coraggio oggi in Sanità per riuscire ad agire veramente in modo da valorizzare relazioni e persone ?
  • Come mai dopo tanti anni che se ne parla e si proclama di agire in questa direzione i risultati riscontrabili sul campo sono poi ancora così insufficienti ?
  • Ci sono casi ed esperienze di “coraggio agito” da cui possiamo trarre spunti, forza, voglia ed esempio per agire anche noi in tale direzione ?
  • Quali sono i principali killer che bloccano il Neoumanesimo e gli impediscono di sbocciare anche in Sanità ?
  • C’è, nonostante tutto, qualche possibilità per mettere effettivamente le persone al centro nelle nostre organizzazioni ?
  • Cosa le istituzioni e le associazioni possono fare per aiutare e stimolare le aziende ad agire in questa direzione ?

Sono solo alcune delle domande a cui cercheremo insieme di dare qualche risposta in questo convegno stimolando conversazioni tra relatori, testimoni e partecipanti.